progetto

Dal dialetto “vardare” e dall’inglese antico “to rese”, scuotere, Va’rese vuole smuovere qualcuno a fare qualcosa. È un progetto di microvalorizzazione del quotidiano che vede la città con occhi nuovi: attraverso una mappa, piccoli progetti grafici ed eventi mette in risalto alcuni “luoghi notevoli” cittadini e li inserisce in un circuito uniforme.

Varese è una città ampia, costellata di eccellenze architettoniche, paesaggistiche, storiche ed ambientali, note e meno note. Attraverso una mappa web a disposizione di tutti, vengono indicati alcuni luoghi notevoli, segnalati direttamente dai cittadini e da associazioni: una grande collezione univoca e facilmente consultabile di emergenze varesine, luoghi dalle valenze potenti ma sopite, di cui i suoi cittadini si sono dimenticati, nel migliore dei casi assuefatti. Dalle eccellenze a luoghi minori, scorci meno conosciuti, edifici poco noti, il territorio è ricco di episodi rilevanti che raccontano la storia di questa città, il suo passato industriale, il suo altissimo valore paesaggistico e ambientale: le bellezze sono tante, occorre avere occhi per vederle (o un piccolo aiuto). Una prima parte del progetto è dedicata alla rilettura della città: attraversarla, esplorarla, conoscerla nuovamente raccontando il tutto attraverso la fotografia.

I luoghi individuati, una volta svelati sulla mappa web, diventeranno oggetto di installazioni e allestimenti che li metteranno in risalto nel contesto urbano. La seconda fase del progetto prevede la stesura di un programma di eventi che abitino temporaneamente gli spazi individuati: piccoli concerti, spettacoli, performance e visite teatralizzate che attivino questi luoghi creando scambio, interesse, aggregazione. Eventi di questo tipo permettono di fare esperienza dei luoghi in maniera inusuale, dando la possibilità di vivere spazi ordinari in maniera straordinaria: l’inizio di un processo di riabitazione e riappropriazione del patrimonio urbano comune da condurre poi individualmente come cittadini, giorno dopo giorno, passo dopo passo.

>< Obiettivi.

. Offrire a cittadini e turisti un’unica piattaforma che segnali le bellezze varesine

. Rileggere la città e i suoi punti di riferimento

. Valorizzare Varese e le sue bellezze quotidiane, riscoprendo la “città giardino”

. Ritrovare la gioia di incontrarsi consapevolmente all’interno della città

VA’rese non costruisce una nuova città, ma rilegge e risignifica quella che già c’è.

VA’rese è la risposta alla necessità di un utilizzo cosciente dello spazio pubblico da parte di un collettivo di giovani professionisti under35 con competenze e passioni diverse che spaziano dall’architettura al mondo del sociale, dalla musica alla fotografia, dall’arte al teatro e che, in bilico tra un presente di scarse possibilità ed un futuro ricco d’incertezze cercano di vivere in prima linea il proprio quotidiano, caricandolo di senso. Facciamo parte di quella generazione “Erasmus” che, allontanando il punto di vista dal proprio paese, ha imparato a riconoscerne le mancanze e le contraddizioni pur continuando ad amarlo e che, per questo motivo, ha deciso di restare, con la forte volontà di esserne parte attiva e non semplice spettatore.

Va’rese è un progetto condiviso e patrocinato dalle delegazioni di Varese di FAI e Legambiente e con la collaborazione negli anni di (in ordine cronologico dal più recente) DoveNowHere, Libera Varese, WgArt, Teatro Karakorum, Redbox, FAIgiovani-Varese.

Vuoi collaborare con noi, unirti al progetto, o semplicemente segnalarci dei luoghi notevoli?
Scrivici a varese.microvalorizzazione@gmail.com

Sfoglia la presentazione:

Annunci